Coronavirus, Bollettino 26/03/2020: in Puglia 89 nuovi contagi (tot.1.182), 28 in più nella provincia di Bari (tot.364)

I dati ufficiali della serata del 26/03/2020 dicono che in Puglia ci sono 88 nuovi contagi, di cui 28 nella provincia di Bari.

 

 

 

In Italia, dopo quattro giorni, risale la curva dei contagi. Oggi sono 4.492 in più, mentre ieri l'aumento era stato di 3.491, martedì 3.612, lunedì di 3.780 e domenica 3.957.

Sono 8.165 i morti, con un aumento rispetto a ieri di 662 decessi. Mercoledì l'aumento era stato di 683. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile.

Attualmente positivi 62.013, totale guariti 10.361, totale deceduti 8.165, casi totali 80.539.
 

 

In data odierna in Puglia, sono stati effettuati 968 test per l'infezione Covid19 coronavirus e sono risultati positivi 89 casi, così suddivisi:

28 nella Provincia di Bari;

13 nella Provincia Bat;

3 nella Provincia di Brindisi;

12 nella Provincia di Foggia;

12 nella Provincia di Lecce;

17 nella Provincia di Taranto;

4 non attribuiti.

Sono stati registrati 17 decessi: 1 in provincia di Lecce (77 anni), 6 in provincia di Brindisi (77, 71, 82, 54, 87, 79 anni), 8 in provincia di Foggia (86, 92, 80, 77, 57, 89, 74, 75 anni) , 2 in provincia di Bari (92 e 74 anni).

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 9.191 test.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 1.182, così divisi:

387 nella Provincia di Bari;

85 nella Provincia di Bat;

122 nella Provincia di Brindisi;

305 nella Provincia di Foggia;

177 nella Provincia di Lecce;

74 nella Provincia di Taranto;

14 attribuiti a residenti fuori regione;

18  per i quali è in corso l'attribuzione della relativa provincia.

 

Per quanto riguarda la provincia di bari, il Comune di Bitritto resta ad oggi il più colpito: "Abbiamo 20 positivi al Coronavirus, di cui 4 deceduti. E' veramente tragico, sento tutto il peso, ma uniti ce la faremo - le parole del Sindaco di Bitritto, Giuseppe Giulitto - Dei 20 casi di contagio, 14 sono circoscritti a 3 famiglie. Mentre i 'casi singoli' sono 6".

Intanto il Sindaco di Acquaviva delle Fonti, Davide Carlucci, informa che: "Al momento sono 68 i pazienti ricoverati per Coronavirus all'Ospedale "Miulli" di Acquaviva. 4 di loro sono residenti ad Acquaviva, altri 2 sono a casa in isolamento con sintomi lievi, quindi il totale dei contagiati acquavivesi dall'inizio dell'emergenza Covid-19 è di 6 persone".

In stretta collaborazione con la ASL Bari, il Miulli ha dedicato oltre la metà dei propri posti letto accreditati alla presa in carico dei pazienti colpiti da Covid-19, divenendo uno dei punti di riferimento del dispositivo definito dalla Regione Puglia.

«L'Ente Ecclesiastico ha risposto prontamente, con senso di responsabilità e abnegazione cristiana, alla richiesta di supporto inviata dalla Regione Puglia - spiega mons.Domenico Laddaga, delegato del Vescovo - dando vita ad una vera e propria "alleanza" a difesa della salute delle persone».

L'Area Covid conta su 4 interi piani dell'edificio principale in cui sono state collocate Terapia Intensiva, Malattie Infettive e Pneumologia.

Sono stati subito attivati 14 posti letto di Terapia Intensiva e 44 di Malattie Infettive, più altri 44 dopo appena 24 ore. A regime la dotazione potrà superare i 300 posti letto interamente dedicati al Covid-19, di cui 240 per le degenze di Malattie Infettive e Pneumologia, mentre la Terapia Intensiva potrà essere ulteriormente potenziata sino a un massimo di 70 posti letto. La ASL Bari ha inoltre dislocato presso l'Ospedale sei specialisti infettivologi.

Il personale del "Miulli" nelle ultime settimane ha lavorato ininterrottamente per tradurre il piano ospedaliero regionale Covid in una struttura efficiente, sicura e immediatamente operativa, riuscendo rapidamente a sdoppiare il grande ospedale, riconfigurandone l'organizzazione e i percorsi per l'assistenza sanitaria dei pazienti Covid. Fondamentale è la possibilità di utilizzare stanze di degenza tutte a pressione negativa, cioè in grado di consentire un efficace isolamento dell'ambiente.

Il Direttore Generale ASL Bari, Antonio Sanguedolce, spiega: "Abbiamo lavorato intensamente con il Miulli per riuscire ad avviare l'Ospedale Covid in tempi veramente molto rapidi, dando così attuazione al piano regionale coronavirus. Questo risultato è il frutto di una sinergia molto forte e viene messo a disposizione della comunità, dando una risposta efficace ai bisogni di salute di tutti. Dobbiamo per questo ringraziare i tecnici che l'hanno reso possibile e gli operatori sanitari che vi operano ogni giorno con grande abnegazione".

La riorganizzazione logistica e strutturale è stata realizzata con lo spostamento di interi reparti, la realizzazione di spazi ex novo costruendo pareti, aprendo e allargando spazi e ambienti, riconfigurando gli impianti di areazione dedicati, rendendoli così adeguati ad una nuova "missione" sanitaria.

Importante anche il potenziamento della diagnostica, con apparecchiature al servizio della nuova area e, in più, una modernissima TAC 256 slices, che è stata fisicamente collocata nell'area Covid.

Infine, è stato approntato un percorso differenziato per le donne gravide con sospetto Covid, rendendo così assolutamente sicuri anche i momenti più delicati della maternità e della nascita.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 


 

 

 

 

 


Supplemento della Testata Giornalistica "News Online" registrata in data 15/10/2012 presso il Tribunale di Bari
Num. R.G. 2308/2012 Num. Reg. Stampa 36
Redazione: dott.ing.Francesco D'Amato, dott.ing.Domenico Savino


INFO & CONTATTI:
e-mail: info@bitettonline.it
mobile: 349.4341980 - 331.2587179
Bitettonline.it e' un portale realizzato e gestito da WebInvent - di Savino Domenico
Sede Legale: via Estramurale 50, 70020 Binetto (BA)
P.IVA: 07435790725 | Sviluppo web: dott.ing. Francesco D'Amato

 

Il nostro Network

Follow Us

Sezioni

×

Sign up to keep in touch!

Be the first to hear about special offers and exclusive deals from TechNews and our partners.

Check out our Privacy Policy & Terms of use
You can unsubscribe from email list at any time